Le seghe della mamma

« Older   Newer »
 
.
  1.  
    .
    Avatar

    Advanced Member

    Group
    Member
    Posts
    220

    Status
    Anonymous

    Mi chiamo Sandro, ho 21 anni e da quando ne ho circa 17 ho una gran voglia di scoparmi mia mamma. lei ha 40 anni, non é bellissima, ma ha due gran belle tettone, e dopo averla spiata piú volte mentre scopava con mio padre ho avuto sempre piú voglia. in piú di una occasione mi sono fatto vedere nudo da lei, uscendo dalla doccia, a volte col cazzo duro, a volte no, ma lei si é sempre limitata solo a un'occhiatina....fino a quest'estate...
    a entrambi piace molto la montagna e cosí quest'estate siamo andati in val d'aosta, solo io e lei, perchè mio padre doveva lavorare. la stanza dell'albergo aveva un unico letto matrimoniale e cosí abbiamo sempre dormito insieme, io solo in boxer o slip e lei con una canottiera e slip. fin dalla prima sera ero eccitato, avevo voglia di scoparmela, ma come trovare il coraggio? e cosí ho passato le prime sere dandole le spalle, ma accarezzandomi il cazzo fino ad addormentarmi.
    pochi giorni prima della fine delle vacanze andiamo a cena in un ristorante e entrambi beviamo un po' troppo. ubriachi e molto allegri torniamo in albergo e ci mettiamo subito a letto. anche questa notte mi giro di schiena e le do le spalle e inizio a immaginare cosa le farei. dopo un po', giá mezzo addormentato, sento la sua mano sul mio fianco e sulla gamba. faccio finta di niente, come se stessi dormendo. la mano della mamma continua a muoversi sul mio fianco, come cercando qualcosa. avanza piano piano fino a raggiungere il mio pacco che si sta gonfiando sempre piu, ma io continuo a far finta di dormire. penso che sono gli effetti dell'alcool, forse sta dormendo, forse pensa che sia il papá, o forse ha solo voglia di cazzo! la lascio continuare senza dire niente.........la sua mano inizia a accarezzare il mio pene, ormai duro come il marmo. ad un certo punto la mano entra nei boxer: mi accarezza le palle e poi sale fino alla cappella e ripete il movimento piu volte. poi all'improvviso la mano se ne va... ma solo per dieci secondi...poi la sento tornare, stavolta é bagnata, probabilmente si é leccata le dita e ora torna a accarezzarmelo con la mano piena di saliva.mi afferra l'asta con forza, mi abbassa un poco i boxer e inizia a segarmi lentamente, e poi sempre piu velocemente. non resisto piú! continuando a far finta di dormire, mi lascio peró scappare alcuni gemiti, finché non ce la faccio piú e le riempio la mano di sborra, che lei pulisce sul mio petto. il mattino dopo faccio finta di niente e anche lei non dice niente...forse davvero non se n'é resa
    Adv
    conto! ma la sera successiva...tutto si ripete uguale, io faccio finta di dormire e lei mi fa una gran sega. e stavolta non era ubriaca!
    inizio a pensare che davvero abbia solo voglia di cazzo e cosí la terza sera, quando per la terza volta sento la sua mano sul mio cazzo, decido che devo fare qualcosa. mentre me lo accarezza, mi giro a pancia in su e sempre fingendo di dormire, le metto una mano tra le cosce e salgo fino alla figa. é calda e bagnatissima, anch'io le metto la mano negli slip e inizio a accarezzarle il buchino. lei inizia a ansimare, ma intanto continua col suo lavoro manuale! decido di osare di piu e allora apro gli occhi e la guardo. anche lei é sveglia e mi guarda. le alzo la canottiera e le inizio a succhiare i capezzoli turgidi, continuando a guardarla negli occhi. non dice niente, mi guarda e geme, e allora capisco che ha una gran voglia. la mia voglia é peró che mi faccia un gran pompino, come l'ho vista fare un paio di volte al papá. anche il mio cazzo ha la stessa voglia: ho i coglioni gonfi, l'asta rigidissima e piena di vene rigonfie, la cappella é turgida e pulsa all'impazzata. mi siedo sopra di lei e le metto il cazzo tra le tette. sembra piacerle, ma vuole di piu. allora glielo avvicino alla bocca, la mia cappellona sfiora le sue labbra, di sicuro sente forte l'odore del mio pisello. la guardo di nuovo negli occhi e per laprima volta parliamo:
    -voglio che me lo succhi come fai col papá
    -non so...
    -cosa non sai? sei bravissima a succhiare
    -non so se é il caso di farlo
    -son tre sere che mi masturbi, lo so che hai voglia del mio cazzo. dai, non ti piace?
    -...
    -dillo, non ti piace il mio uccello?
    -...
    -forza, dimmi che ti piace (e la schiaffeggio due volte col cazzo duro)
    -si, é vero, mi piace!
    - e allora apri la bocca e succhia!

    la prendo per la testa e la avvicino al mio cazzo. allora apre la bocca e inizia a succhiare. é una gran succhiatrice, deve averne presi parecchi oltre a quello di mio papá, sa come fare un bel pompino. mi succhia le palle, poi tutta l'asta, poi lecca la cappella e la succhia, mentre con la mano mi fa una sega. é fantastico! sento che non resisto piu, allora le prendo con forza la testa perchè non si stacchi e le sborro in bocca. lei non cerca nemmeno si staccarsi, continua a succhiare mentre la sborra esce a fiumi e le riempie la bocca. inizia a ingoiare e anche quando la sborra è finita continua a leccare avidamente il mio pisello che inizia a ammosciarsi. lo tiro fuori e mi sdraio, le dico che é stato un gran pompino e mi metto a dormire...
     
    .
  2. papetta
     
    .

    User deleted



    se ti si ammoscia dopo solo un pompino...allora a letto devi essere un tipo scarso :D :D :D
     
    .
1 replies since 24/5/2009, 20:23
 
.
Top