Il mio primo pompino

« Older   Newer »
 
.
  1.  
    .
    Avatar

    Advanced Member

    Group
    Member
    Posts
    305

    Status
    Anonymous

    o sono nata e cresciuta in un paesino piccolo di provincia, io sono stata sempre una ragazza timida, di poche parole, con gli unici che ero aperta erano i miei genitori, mio fratello, le mie amiche, i famigliari stretti.
    Il mio approccio al sesso credo sia stato un pò come tutte le ragazze, credo.
    Già da quando avevo avuto il mio primo ciclo, avevo cominciato a toccarmi, a scoprire cosa era la masturbazione, i miei 15/16 anni li ho passati tra fantasie erotiche e pensieri che mi venivano in mente durante il giorno, essendo molto dimida e quindi restando spesso sola in casa i pensieri al sesso erano ricorrenti, e non perdevo tempo a rinchiudermi nel bagno per darmi sollievo.
    Un giorno mentre ero intenta a fare i mestieri in casa, spolverando e riessestando la camera di mio fratello mi trovo tra le mani un giornaletto porno, lo aprii e rimasi quasi schoccata, non avevo mai visto foto esplicite del genere, sessi duri e grossi infilati in ogni buco, presi quasi tutti i bocca, c'erano donne che lo ingoiavano del tutto e sruzzi di sperma su tutto, corpi, facce, seni...
    Quelle immagini mi mettettero in subbuglio, durante il giorno e la notte quelle immagini mi inondavano la mente e non potevo fare atro che masturbarmi di continuo.
    Una notte mentre ero intenta a masturbarmi sentii dei rumori provenire dalla stanza di mio fratello, mi alzai incuriosita e mi avvicinai alla porta, era socchiusa, spiai all'interno e dallo specchio vidi mio fratello sdraiato sul letto con il sesso duro mentre se lo segava...rimasi lì a guardare...istintivamente mi misi la mano in mezzo alle gambe...ero bagnata già dalla masturbazione che mi stavo facendo, rimasi lì a guardare, lui disteso sul letto si segava il suo sesso, non era grosso come quello dei giornaletti, ma era comunque bello, ad un tratto lo vidi ansimare, capii che stava venendo, visto che quella pratica a me non era sconoscuta, e assistetti per la prima volta alla fuoriuscita dell' sperma che zampillando andava a cadere sulle sue palle e sulle coscie, mi allontanai in silenzio, ritornai nel mio letto e continuai il mio lavoro.
    Bene, avevo visto finalmente un sesso mentre veniva da vivo, quell'immagine aveva preso il posto delle figure del giornaletto.
    Passò un po di tempo, la solità routine, trascorse tutto l'inverno, arrivò finalmente l'estate, ma arrivò anche la calura che a me non faceva molto bene.
    Scese in ferie dal nord la mia madrina con suo marito, non avevano figli, non ne poteva avere e io per lei ero coe una figlia, ogni volta che scendavano al paese mi portavano con loro alla casa al mare e trascorrevo lì tutta l'estate.
    La mia madrina
    Adv
    era una donna alta, capelli biondo scuro, lunghi e ondulati, 5° di seno, una donna bellissima e molto aperta, a differenza di mia madre, chiusa e severa, suo marito era un uomo alto, 48 anni, brizzolato, fisico muscoloso, un bel uomo, per me era il modello di uomo che avrei voluto sposare.
    Partimmo per il mare, in macchina la mia madrina mi disse "" ale ti sei fatta proprio una bella ragazza, io sorrisi come al solito, timida anche con lei, gli dissi che mi sentivo normale..."" ma che dici...non essere timida, chissà quanti ragazzi ti vengono dietro hee!! c'è l'hai il fidanzato???"" E io "" no non c'è l'ho ""
    Arrossii pensando alle mie masturbazioni....continuammo il viaggio..senza parlare....arrivati sul posto riponemmo la orba nelle nostre camere e io e lei uscimmo per il paese.
    La sera cenammo insieme, mi accorsi che gli sguardi del marito mi imbarazzavano, vedevo che non mi guardava come al solito, ogni volta che il mio sguardo incrociava il suo lui mi sorrideva con l'aria di uno che ti dice...""lo so che ti masturbi "" io arrossivo e abbassavo lo sguardo, mi turbava...io d'altronte avevo tra i 16/17 anni, alta 167 4° di seno e capelli biondi e carnagione chiara, il rossore si vedeva subito.
    La mi madrina sparecchiò, non volle farlo fare a me, poi si mise a lavare i piatti, io rimasi sul divano a guardare la tele, Carlo, il marito della mia madrina si sedette di fianco a me, mi mise il braccio intorno al collo e mi attirò a se.."" ha ragione Sara, ti sei fatta proprio bella, attenta che adesso gli uomini cominciano a chiedere...hahahahaha" si mise a ridere...io ero rossa...gli dissi che ancora non avevo queste avance..ma non era vero...mi accorgevo che gli uomini mi guardavano diversamente.
    Quella vicinanza mi turbava, mi senitvo qualcosa di strano in mezzo alle gambe, lui continuava a guardare il programma continuando a tenermi il braccio sul collo, stava abbracciato a me come se fossi la sua fidanzata...ero imbarazzata sentivo il cuore che mi batteva forte e avevo quasi la sensazione che lui potesse sentirlo.
    Entrò la mia madrina..."" hei voi non fate porcherie "" disse ridendo...con voce squillante come era la sua....il marito gli rispose "" saresti gelosa della tua ale hahahha"" "" Guarda che adesso e una donna ed è attraente..."" disse lei, ma sempre con tono scherzoso...quei discorsi mi imbarazzavano ma allo stesso tempo mi scaldavano proprio lì....
    Uscimmo per il corso, ci fermammo nella villetta comunale a fare due passi, la mia madrina mi prese la mano, come se la prendono due fidanzatini, a quel gesto rimasi un pò tesa...mi piaceva tenergli la mano...lui mi mise una mano sulla spalla e passeggiavamo così...sentivo gli sguardi su di me...mi piaceva quel contatto, stare tra loro due.....la sera finì tra qualche bevanda e qualche gelato, ritornammo a casa, li salutai e andai nella mia stanzetta, mentre andavo la mia madrina mi disse..."" ale noi lasciamo la porta della camera aperta, se ti serve qualcosa non farti problemi vieni a chiamarmi..ok??? "" quel messaggio mi smebrò subito un invito come per dire...vieni a vedere cosa facciamo...mi misi a letto, con la mia vestaglietta e le sole mutandine, la mia mano partì subito...ormai per me era un'abitudine....ma mentre mi toccavo, mi accarezzavo mi tornarono in mente quel messaggio..."" la nostra porta e aperta "" ci pensai a ripensai...no prendevo sonno, un pò per l'afa dell'estate e un pò per l'eccitazione....tra carezze e dormiveglia mi alzai...vidi che era trascorsa almeno un'ora da quando ero andata a letto, mi alzai e scesi mi incamminnai nel corridoio, non ci misi molto per attraversare la porta della loro camera, ed ecco che si presenta ai miei occhi una scena che mi fece bloccare.....la porta era aperta, come mi aveva annunciato..la luce era soffusa ma abbastanza da poter vedere ciò che succedeva....mi appoggiai alla cornice dalla porta e cominciai a mettere a fuoco cosa vedevano i miei occhi...
    Il mio padrino stava disteso sul letto al fianco della mia madrina, lei gli stringeva il sesso, grosso e lungo, le palle grosse e piene, lei era di fianco e si vedeca un culo magnifico..sodo bello...la pelle lucida...ad un tratto lei si alzò e si porto con il viso verso il sesso del marito....lo leccò, lo baciò...poi aprì la bocca e se lo fece scivolare tra le labbra...scedeva..scendeva...fino ad arrivare quasi alle palle...mi chiedevo come faceva a non vomitare...poi risaliva e si vedeva il sesso lucido di saliva....continuò così...per un bel pò....ancora...scendeva e risaliva..lasciando colare sempre più saliva..andò avanti per un bel pò...sentivo lei dire "" haaaa mmmmm che cazzo che hai carlo mmmmmmm "" gli accarezzava il culo..la schiena, ogni tanto guidava la testa della mogie sul movimento...lei ad un tratto accellerò sempre di più...fino a che vidi che lui si irrigidi il suo sesso comincia a battere, si gonfiava...e vidi dalla bocca della mia madrina che colava liquido bianco denso...capii subito di cosa si trattava.."" cavolo gli è venuto in bocca !!!"" dissi nella mia mente, lei cominciò di nuovo a muversi sull'asta e a leccargli tutto il suo sperma....coome se lo stesse ripulendo...ero cncentrata a vedere quell'immagine che non mi accorsi che ad un tratto la mia madrina alzò gli occhi e mi guardò...mi guardò come dirmi
    "" visto piccola!!! che sà fare la tua madrina ""
    Rimasi impietrita...corsi nella mi stanza, "" cazzo mi ha visto "" "" che figura di merda"" mi dicevo....
    Mi misi a letto, la notte fu lunga, la passai tra il sonno e la veglia....
    La mattina arrivò di sorpresa...ormai esausta mi ero appena addormentata...mi sento toccare la spalla...."" heii pigrona alzati che andiamo al mare "" non avevo il coraggio di girarmi...."" si mi alzo "" ma lei non se ne andò...si sedette sul letto e mi girò verso di se..."" buongiorno!!! "" a quel punto presi il coraggio e gli dissi "" stanotte stavo andando a bere e mi......"" lei mise un dito di traverso sulle mie labbra, in segno di "silenzio" e disse "" guarda che non ho detto nulla io, non ti devi giustificare...siamo noi che non abbiamo chiuso la porta..spero non ti abbiamo deluso con il nostro comportamento "" io gli risposi "" nooo noo assolutamente.."" allora li mi diede un bacio sulla guancia, ma molto vicino alle labbra e mi disse..."" mi fa piacere...alzati che andiamo...""
    Appena in spiaggia, lui Carlo era già lì, ero imbarazzata con lui...allora appena mi vide.."" hei dormito bene??? "" e mi baciò anche lui sulla guancia...ma cnhe lui vicino alle labbra....Stavo bene tra loro, ero imbarazzata, ma il loro comportamento mi metteva tranquillità..
    Passò la giornata tra bagni e abbronzatura...lui giocava con me in acqua e quando si avvicinava la mia mente andava al suo sesso...quando me lo poggiava sulla gamba o sul culo mentre mi acchiappava da dietro mi faceva sussultare...
    Arrivò la sera...la solita uscita, solito mano nella mano con la mia madrina e braccio intorno al collo dal mio padrino...mi sentivo come una cosa preziosa tra loro.
    Rientrammo...ci salutammo con lui con il solito bacio e lei mi accompagno con una scusa in camera...arrivati dentro...lei si avvicinò e mi disse "" sai che piaci molto a Carlo, me lo dice di continuo...a te piace il mio Carlo..?? "" io ero imbarazzatissima...mi sentivo il viso in fiamme..."" e un bel uomo e sate bene insieme.."" allora lei mi disse "" io non sono gelosa...tra noi c'è molta intesa...ti và di stare con noi stasera...nella nostra stanza....""
    Io non sapevo se avevo capito bene o cosa, ero imbarazzata...allora lei mi anticipò.."" vieni con me facciamogli una sorpresa!! "" ti va??..Io dissi timidamente si..
    Andammo in camera sua...Carlo era disteso sul letto con i boxer bianchi...dorso nudo...era bello.."" heiii bella..vieni stenditi vicino a noi vediamo un film..."" io mi ero appena messa la mia vestaglietta...la mia madrina mi accompagnò sul letto e mi fece distendere...poi si distese anche lei...da subito avvicinò le labbra al mio orecchio e mi sussurò.."" quanto ti sei fatta bella"" mi piaci..."" e mi bacio sul collo, per e era come prendere una scossa...sentivo tra le gambe scorrermi qualcosa...Lui fece lo stesso..mi baciò sul collo..."" ale mi fai impazzire "" io avevo la gola secca...cominciavo a sudare...ero rossa, mi sentivo un fuoco...sentii ad un tratto una mano che entrò tra le mie mutandine...ero completamente a loro disposizione...allargai le gambe...sentii la mia madrina dire "" mmmmmmmmm sei un lago...."" e la vidi portarsi le mani alla bocca "" che buon sapore che hai !!"" mi sussurrò "" sei vergine??? "" io feci cenno con la testa per confermare...allora la vidi scendere tra le mie coscie...sentii abbasarmi e togliere le mutandine...e sentii allargarmi le gambe...non sapevo cosa volesse fare...in un momento ho pensato..."" non vorrà farmi penetrare "" mi sono cominciata a preoccupare un pò...ma avevo fiducia in lei e anche in lui, che nel frattempo mi accarezzava il seno guardandoci...
    Ad un tratto vidi che avvicinò la bocca alla mia figa...."" cosa fà?? "" e si attaccò con le labbra alla mia vagina, baciò le mie grandi labbr come se fossero state le labbra della mia bocca...posò le labbra e fece entrare la sua lingua nella mia fessura bagnata...baciava la mia figa come se mi baciasse un bocca....per poco non svenni...mi piaceva...cazzo se mi piaceva...lui continuava ad accarezzarmi il seno...ed accarezzare la testa della sua donna..."" quando l'ho desiderato bambina mia..."" disse mentre si stacco per un pò e riprese il lavoro....mi lecco..mi infilò la sua lingua dentro per un pò...quando sentii che cominciavo a tremare e dibattermi mi fermò..."" no piccola...non venire...la notte è ancora lunga..""
    Si alzò e si denudò...si stese sul letto e mi disse "" ti piacerebbe farmi quello che ti ho fatto io?? "" non me lo feci ripetere...cercai di imitare quello che mi aveva fatto lei...appena avvicinai le mie labbra alla sua vagina e spinsi la lingua dentro..ebbe un sussulto..."" mmmmmmmmm siiiiiiiiiiiii hoooooooo piccola mia.....infilala dentro ancora....daiiiiii.....senti come ti colo in bocca.....mmmmmm"" quelle parole e il suo sapore mi avevano ormai ubriacata......leccavo e succhiavo come un'esperta......
    Ma adesso mi aspettava il pezzo forte.....lui mi bacio in bocca.."" fammi sentire il sapore di mia moglie...."" mi mise la lingua in bocca e mei succhiava la mia, con la mano mi toccava, io sono sensibile al tocco...e partivo subito per venire...non sapevo trattenermi...volevo venire...ulrare e dibattermi come facevo nel letto durante le mie masturbazioni....ma loro si femravano..."" non venire...vedrai che è più bello ""
    Lui si sdraiò....si tolse il boxer e svetto il suo sesso grosso e ritto....era bellissimo, una cappella grossa e perfetta come una mela, sembrava disegnato, ogni venuzza ogni piega....l'osservavo ero incantata dal suo sesso....lui mi prese le mani e me le porto sul sesso del marito...."" prendilo cara...toccalo con naturalezza...fai quello che di dice la tua mente....esploralo come vuoi tu..."" lo presi tra le mani lo tenevo con delicatezza. quasi come se avessi paura di fargli male, vidi che tirando la pelle giù usciva la cappella, quella che mi attirava di più..."" stringilo...fai scorrere le mani su e giù...bagnatele con la saliva e falle scorrere, stringilo forte....a lui p8iace di più, fai scorrere i pollici sulla cappella, vedrai che si ingrossa di pi....e se vuoi assaggialo con la bocca e la lingua """ quei suggerimenti mi entravano in testa e mi rimbombavano dentro....mi piaceva quel "" cazzo "" cominciai a toccarlo con più naturalezza...lui "" Carlo "" sussultava, al pensiero delle mie mani sul suo cazzo...la mia madrina mi consigliava...mi sussurrava...con una mano mi toccava la figa e l'altra mi accarezzava i capelli, ogni tanto mi baciava in bocca con la lingua...mi piaceva quando lo faceva...adesso la cercsavo anche io...l' amavo la baciavo come se fosse la mia fidanzata...mi dividevo tra il cazzo di Carlo e la sua bocca....ad un tratto mi mise una mano sulla nuca e leggermente mi guidò verso il cazzo.."" daiii piccola, apri la bocca, poggialo sulla cappella e fattelo scivolare in bocca....fallo scivolare in fondo finchè puoi e con la lingua lecca la cappella e tutta l'asta ""
    Mi suggeriva come un'istruttrice del sesso...me lo sussurrava mentre mi baciava in bocca, mi mordicchiava il lobo dell'orecchio mi guidò sulla cappella, feci come mi aveva detto...mi bagnai le labbra e li poggiai sulla cappella, aprii la bocca adattandola alla cappella, la feci scivolare in bocca...non ci stava...era grosso...cominciai a leccarlo...la mia lingua svettava sul cazzo come fosse un gelato....lei mi seguiva...prese a leccare la cappellabaciava le mie mentre erano intorno alla cappella, mi tolse e se lo mise in bocca le..."" comoe era esperta lei "" se lo fece scivolare tutto fino alle palle e poi risalì lasciando molta saliva...poi mi prese per la nuca e mi guidò nuovamente sul cazzo..questa volta mi scivolò dentro...cominciò a famri andare sempre più veloce....mi incitava..."" daiiii piccola spompinalo tutto...fammi vedere come hai imparato....heee piccola porca...ti piace....daiiii "" quella frase " piccola troia "" mi rimbombò nella testa e cominciai ad andare su e giù con foga...mugolando ormai di piacere...non nascondevo più la mia goduria..."""mmmmmmmmmm siii mmmmmm "" lei "" ti piace troietta mia?? heeee ti piace piccola ??...ti piace il cazzo del tuo padrino???? "" io facevo cenno di si con la testa...lei riprese a toccarmi con più foga....lui cominciava a muovere il bacino verso la mia bocca, cercando di farmelo entrare sempre di più..."" daiii pompaaaa siiiiiii mmmmmmm che troietta!!!! "" diceva lui......io ormai ero fuori nonavevo più remore di trattenere il mio piacere.....cominciai a dibattermi e gemere per la masturbazione che la mia madrina mi stava facendo.....ad un tratto sentii il cazzo gonfiarsi nella mia bocca....lo sentivo battere...come un cuore....io mi dimenavo volevo urlare ma avevo la bocca piena di quel cazzo........."" hoooooooo siiiiiiiii vengooooooo """ sentii dire Carlo....mentre mi mise una mano sulla testa per tenermi ferma con il cazzo in bocca, aiutato dall mia madrina...sentii una getto caldo e pieno esplodermi ingola...non c'è la feci a ingoiare...fino a tossire per essermi andato di traverso...la sborra fuoriuscì dalla mia bocca...ma mi tennero con il cazzo piantato in gola....mentre anche io venivo...venivo mi dimenavo mugolavo...quel cazzo mi tappava la bocca e non riuscivo arespirare...lo facevo con il naso eannaspavo....fino a che allentarono la presa e mi permetterono di prendere respiro....mi tolsi il cazzo dalla bocca, lo leccai la mia madrina risalii e mi bacio in bocca mi slinguò in bocca come alla ricerca della sborra rimastami tra la lingua e il palato....mi lecco le mani..andò a leccare le palle di suo marito e mi ribaciò di nuovo.....
    Ci abbandonammo sul letto esausti...almeno io e suo marito...lei non era venuta...allora si mise sulla mia bocca e mi premette la fica sulla faccia...ero di nuovo senza respiro...facevo fatica...annaspavo ma leccavo, come per dire...prima viene e prima respiro....non ci mise molto che mi colò il suo liquido in bocca...lo bevvi tutto come avevo fatto con la sborra di suo marito...e poi anche lei si mise al mio fianco...ero nuda tra loro e mi baciavano in bocca aturno e anche insieme.......la mia mente era annebbiata, ero ancora eccitata....avevo fatto il mio primo pompino e avevo anche leccato la mia prima figa.........ci addormentammo nudi, la mattina seguente ci svegliammo e ci baciammo ancora in bocca, ormai eravamo come un unica cosa......


    "" stasera facciamo l'amore tutti e tre "" mi annuciò la mia madrina....e io pensai...."" perderò la mia verginità "" ma questa è un'altra storia...
     
    .
0 replies since 24/5/2009, 01:05
 
.
Top